Per la serie “come eravamo”: l’ODOMETRO

//Per la serie “come eravamo”: l’ODOMETRO

Per la serie “come eravamo”: l’ODOMETRO

Dopo la groma, il chorobate e la lychnia, oggi vi presentiamo l’ultimo della prima serie dedicata agli antichi strumenti  per il rilievo topografico: l’odometro.

 

Il passaggio agli strumenti di misura

Il passaggio che avvenne in antichità fra il misurare le distanze, generalmente tramite funi annodate, e gli strumenti di misura indiretta i cui discendenti usiamo ancora oggi, fu segnato dalla necessità di velocizzare il processo di misurazione e renderlo il più possibile automatico. Erone per esempio, nel suo “Della Diottra” dice : “… I nostri predecessori discussero su alcuni metodi, secondo i quali è possibile sostituire la cattiva e lenta misura della distanza per mezzo di funi e catene col far girare una ruota …” e proprio dal disegno di quest’ultimo scopriamo com’è fatto uno dei primi odometri: un meccanismo composto da una serie di ruote dentate collegate alla ruota di un carro o di una carriola e che a ogni miglio lasciavano cadere un sassolino da un serbatoio in un recipiente apposito. Alla fine del percorso bastava contare i sassolini per sapere quante miglia erano state percorse.

Il primo odometro conosciuto in assoluto dalle fonti è quello di Vitruvio, e si ritiene che l’invenzione sia da attribuire ad Archimede nel corso della prima guerra punica:

Noti anche come “carri per misurare percorsi”, vennero dimenticati per tutto il medioevo e non se ne è ritrovato nessun esemplare negli scavi e solo con Leonardo da Vinci questi strumenti ricominciarono a fare la loro comparsa.

 

L’odometro oggi

Oggi l’odometro di derivazione classica è uno strumento di misurazione in commercio, adatto per misurare brevi distanze su superfici piane, con una struttura simile al moderno contachilometri. Il suo meccanismo è azionato manualmente dall’uomo spostandolo a passi; per questo è detto anche pedometro, e va distinto rispetto all’odometro dei veicoli che funziona in relazione al movimento autonomo del veicolo.

By |2017-12-31T15:58:02+00:00dicembre 31st, 2017|Curiosità|0 Comments